ALF (Global Awareness of Life Form)

                                  Nuova rivoluzionaria visione dell'esistenza umana

 

 

.

.

.

.

Home

.

Introduzione

.

Argomenti

.

Atto d'accusa

.

Vuoto culturale

.

Note

.

 

 

 

 

 

 

Brevi note su verità scomode:
.
Un mondo gestito da drogati mentali.

.

L'ipotesi di cui vogliamo parlare intende comparare la gratificazione dovuta ad ingestione di droghe con quella ricavata dall'eccessivo potere o ricchezza. Una ipotesi soggetta a sicure critiche che certamente avrà molte difficoltà ad essere riportata dai media per l'evidente imbarazzo che susciterebbe il solo discuterne nelle alte sfere. 

D'altra parte dovrebbe essere normale intuire che, l'eccessiva gratificazione sensoriale dovuta al potere, fama o ricchezza, è in grado di indurre gli uomini ad un senso di "onnipotenza" tale da far loro perdere il lume della ragione. Chi fa uso di stupefacenti è soggetto ad eccessiva gratificazione sensoriale fisica: allo stesso modo, chi ottiene gratificazione mentale dal proprio stato sociale, subisce spesso gli stessi aberranti e devastanti effetti. La storia è testimone di quanto il potere abbia indotto gli uomini a comportarsi in modo sconsiderato. L'impulso naturale dell'uomo a prevaricare gli altri è un istinto già difficile da controllare quando si rientra nella "normalità", figuriamoci quando si è sottoposti all'influsso di una droga. L'eccessiva gratificazione mentale induce inevitabilmente in grandi tentazioni e pochi sono quelli in grado di capire il limite che intercorre tra la realtà (più conveniente per se stessi) e quanto invece è imposto dalla presunzione per egoistico interesse personale.

.

Occorre prendere atto che la società è gestita di fatto da poteri che spesso sono composti da persone che non ragionano liberamente perché psicologicamente drogati. 

.

Diviene quindi scontato che, laddove mancano i fondamenti di una vera cultura, il sistema tenda a degenerare impedendo la libertà psicologica dell'individuo e con essa l'evoluzione della società civile.

.

Chi stabilisce le regole sociali dovrebbe essere sottoposto a severi controlli etici e morali fondati sulla ragione e sulla razionalità, nella consapevolezza che il potere costituisce di per sé un limite alla vera cultura. Non imporre questa osservanza significa dare a dei potenziali drogati la possibilità di sottomettere la civilizzazione della stessa comunità. Negare la libertà d'informazione è il primo passo per nascondere quelle verità che servono al potere per perpetuare i suoi enormi limiti

.

Ecco perché esiste tanta ignoranza, egoismo ed ingiustizia sul nostro pianeta. Ecco spiegato perché l'ipocrisia e la falsità sono parte integrante del sistema sociale. Sino a quando saranno dei "drogati mentali" ad amministrare le sorti del pianeta, l'umanità non ha alcuna speranza di elevarsi al di sopra del suo attuale stato di egoismo sociale.

.

 

.

Libertà significa soprattutto:

 non farsi gestire da drogati mentali.

.

 

.

.

 

.

La falsità nella cultura si esprime nel non parlare di argomenti che riguardano tutti.

.

 

 

 

L'importanza delle scelte.

.

Ogni persona nel corso della vita costruisce dentro di sé il significato del proprio stato esistenziale. In questo modo tutti finiamo per divenire quello che supponiamo di essere e non quello che siamo nella realtà. 

Credere in una fede religiosa comporta obblighi che condizionano l'agire dell'individuo. Allo stesso modo, chi è laico, ateo o altro, è soggetto ad implicazioni etiche e morali che influenzano significativamente il comportamento.

Se noi tutti finiamo per essere il risultato delle nostre scelte, è facile intuire quanto sia importante conoscere le vere motivazioni che ci inducono a tali scelte. Lo studio sull'origine dei comportamenti umani quindi, in relazione alle motivazioni che spingono la nostra mente alle decisioni prese, rappresenta l'aspetto più importante da considerare parlando di vera cultura.

.

 Domanda: quanti si occupano oggettivamente di questi studi?

.

.

 

.

La falsità nella cultura si esprime nel non parlare di argomenti che riguardano tutti.

.

 

.

.

Lotta di classe.

.

La cultura attuale fa pensare che il mondo sia costruito su dei principi fondamentalmente iniqui ed ingiusti, constatato che pochi hanno tutto dalla vita mentre tanti hanno poco o nulla. Per questo motivo l'umanità ritiene normale debbano esistere grandi differenze sociali tra le persone. Una situazione conveniente a pochi privilegiati, i quali traggono i loro vantaggi proprio dallo sfruttamento dell'ignoranza altrui.

L'ipocrisia del sistema serve in realtà ad occultare le vere ragioni che sono la causa dell'ingiustizia sociale. Quando tutti conosceranno i veri significati delle leggi universali, non sarà più possibile derubare l'umanità di quanto gli spetta per diritto di nascita.

Fino a quando il mondo non eliminerà l'evidente equivoco esistente tra chi si crede privilegiato e chi si pensa miserabile perché ignorante, la situazione non è destinata a cambiare. La maggioranza degli uomini è oggi soggetta da un destino che non è affatto casuale ma è di fatto imposto da una cultura arcaica che non accetta di essere processata per i propri evidenti crimini.

.

.

  .

La falsità nella cultura si esprime nel non parlare di argomenti che riguardano tutti.

.

 
.

Home