ALF (Global Awareness of Life Form)

                      Nuova rivoluzionaria visione dell'esistenza umana

.

.

.

.

.

Vuoto culturale:

 

.

.

Home

.

Introduzione

.

Argomenti

.

Atto d'accusa

.

Vuoto culturale

.

Note

.

 

 

.

I teologi sono quelli che studiano quanto è connesso a Dio. Essi, nelle loro ricerche, considerano la metafisica e la fede religiosa come possibili regole per arrivare alla verità. Di conseguenza, la teologia si occupa in genere di cercare verità presunte acquisite tramite sogni o rivelazioni. Verità ipotizzate che seguono il principio secondo il quale è possibile concepire il mondo, quindi anche l'esistenza dell'uomo, escludendo la realtà oggettiva quale fonte ispiratrice del proprio significato trascendentale. 

.

Il rifiuto di assumere i dati scientifici come fondamento su cui considerare le leggi imposte da una entità suprema (che sia: dio, creatore o entità base del sistema), apre un enorme conflitto a livello culturale. Soprattutto in coloro che vorrebbero far rientrare la ricerca spirituale nelle logiche possibilità offerte dalla ragione. Pochi teologi al mondo sono oggi disposti a riconoscere le leggi fisiche quale base di verità trascendentale nella ricerca dei veri disegni di Dio. Un comportamento dovuto ai loro studi, i quali impediscono per principio di stabilire un dialogo diretto con il mondo della realtà.

In pratica la teologia è una disciplina a cui non è concesso per dogma, stabilire un metro razionale con il quale distinguere:

.

il vero dal falso, il reale dall'immaginario, l'equo dall'iniquo. 

.

.

.

I filosofi sono coloro che dividono i propri studi tra teologia e scienza. Nella loro ricerca della verità, essi accettano gli indirizzi teologici e scientifici come entrambi possibili e compatibili da un punto di vista culturale. Generalmente essi non prendono posizione per stabilire i principi di verità: quasi fosse razionalmente "possibile" mettere sullo stesso piano i concetti comprovati da risultati empirici con quelli costruiti sulla pura immaginazione. Una posizione ambigua che pone i filosofi nella situazione di non definire con chiarezza il concetto stesso di verità. Condizione imbarazzante che induce detta categoria ad usare spesso terminologie poco chiare e non è un caso se gli studi accademici filosofici

.

non richiedono avanzate conoscenze scientifiche per assolvere alle proprie analisi.

.

La mancanza di studi oggettivi avanzati preclude al filosofo la possibilità di produrre una visione del mondo che sia la diretta conseguenza delle regole empiriche comprovate dalla scienza. In questo modo l'attuale sistema impone al mondo accademico di  

.

non esprimere una concezione della vita che sia la conseguenza diretta dei dati oggettivi oggi disponibili.

.

 

Una facoltà quella di filosofia, che dovrebbe essere ricostruita dalle fondamenta poiché è inconcepibile che essa non abbia coscienza dell'inutilità pratica delle sue attuali argomentazioni. Non parlare di alcune tematiche fondamentali è colpevole al pari di mentire. 

La scarsa considerazione in cui sono tenuti oggi i filosofi deriva dal loro scarso o inutile contributo a livello sociale. Valutati poco o nulla dai mezzi d'informazione, sono di fatto incapaci di proporre soluzioni concrete per risolvere i problemi della comunità umana. Un'incapacità dovuta in gran parte alla mancanza di quelle analisi oggettive che oggi sono il fondamento delle società più evolute nel mondo. La filosofia dovrebbe costituire l'espressione più alta della ragione ed insegnare al mondo come vivere e comportarsi. Al contrario, è relegata ad un ruolo marginale perché subisce la sudditanza verso i poteri costituiti.

.

.

Gli scienziati sono invece quelli che studiano empiricamente il comportamento della materia. I risultati delle loro ricerche sono accettati da tutti, anche da teologi e filosofi, per l'evidente oggettività in esse contenute. Un riconoscimento dovuto per chiara, ovvia logica razionale.   

.

Quando però l'uomo di scienza valica il confine della sfera spirituale, allo scopo di spiegare le vere cause che inducono l'umanità a credere in verità immaginarie, esso deve fermarsi perché: 

.

l'argomento non è ritenuto di sua specifica competenza. 

.

Non è dato sapere chi dovrebbe occuparsi di tali argomentazioni, constatato che nessuno è autorizzato in tal senso. Ma non è per caso se esiste tale vuoto.  

.

E' incredibile, paradossale e finanche demenziale che, non sia di fatto consentito alla scienza di formulare un progetto dello sviluppo umano che sia aderente ai dati empirici da essa stessa conseguiti. In sostanza viene "proibito" alla comunità scientifica di 

.

concepire un concetto della condizione umana che sia la diretta applicazione di quei valori reali e concreti ottenuti tramite la ricerca scientifica stessa.

.

Interessante sarebbe conoscere il pensiero degli scienziati sul perché la scienza odierna si occupi solo di specifiche discipline, trascurando totalmente il significato generale che da esse emergono. E' come se, nel fare ricerca si analizzassero solo  

.

le singole parti del problema senza preoccuparsi del quadro generale finale. 

.

Se vogliamo essere credibili e non ridurre tutto ad una squallida farsa è indispensabile denunciare le falsità e le  ipocrisie di una cultura fondata sul non senso. Mentire è già di per sé grave, ma pretendere di credere e far credere in ciò che non esiste è quantomeno stolto.

.

.

 

.

Una situazione paradossale che evidenzia un vuoto culturale del quale nessuno viene autorizzato ad occuparsi. Un vuoto di cui tutti siamo alla fine ignari artefici ed inconsapevoli vittime.

.

 
.

 

.

L'attuale sistema è talmente impregnato di fede religiosa ed ateismo da indurre l'intera comunità a pensare sia più utile, conveniente e corretto, che tutti noi si creda in ipotesi astratte razionalmente inverificabili, piuttosto di essere resi consapevoli delle vere leggi che guidano il mondo del reale.

.

 
.

 

.

E' sconfortante riscontrare come moltitudini di persone colte ed intelligenti siano condizionate, da arcaiche credenze radicate nel tempo, a porre le proprie convinzioni finanche al di sopra di quello che non conosce.

.

 
Home

Argomenti