ALF (Global Awareness of Life Form)

                      Nuova rivoluzionaria visione dell'esistenza umana

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Home

..

Argomenti

.

.

L'uomo persegue un'unica direttiva

.

Per ottenere piacere gli esseri umani usano stimoli sia fisici che psicologici in quanto entrambi possiedono la capacità di gratificare il proprio sistema sensoriale. Gli stimoli fisici sono caratterizzati principalmente dall’istintività e fanno parte del primo stadio evolutivo, mentre la caratteristica psicologica è conseguente all’evoluzione cerebrale e permette l’accesso a gratificazioni di tipo più complesse e sofisticate. Negli stimoli fisici il cervello viene sollecitato ad emettere impulsi gratificanti tramite l’assorbimento diretto di sostanze (cibo, bevande, farmaci, droghe, etc). Negli stimoli psicologici invece la mente è sollecitata a gratificare il corpo elaborando segnali prettamente virtuali (convinzioni, presunzioni, desideri, sentimenti, etc). L’attività cerebrale permette all’uomo di formulare infinite ipotesi per assolvere alle proprie necessità, queste ipotesi possono essere “reali” oppure “immaginarie”. Porre se stessi nella condizione di distinguere tra i due tipi di ipotesi assume per tutti un’enorme importanza perché entrambe sono in grado di influire sul sistema sensoriale e condizionare fortemente l’agire umano. 

.

Creare dei mondi immaginari per gratificare se stessi con le proprie convinzioni, è stata la motivazione principale che ha sviluppato nel tempo una moltitudine di realtà virtuali. Realtà costruite spesso sull’involontaria ignoranza espressa da epoche in cui non era richiesto che le verità dovessero rispondere a caratteristiche prettamente razionali. Rendersi consapevoli dei limiti culturali che hanno generato molte di quelle errate convinzioni significa fare un passo decisivo verso la conoscenza delle vere regole che guidano il mondo del reale.

.

Ogni forma di vita insegue una sola ed unica direttiva: 

.

 

.

fare quanto è possibile per ottenere i massimi vantaggi individuali.

.

 

.

Questo vuol dire che ogni forma vitale, nessuna esclusa, è per natura indotta a perseguire il proprio benessere sensoriale, il proprio piacere fisico. Per raggiungere tale scopo vengono percorse strade spesso differenti, ma la direttiva è e rimarrà sempre la stessa per tutti. E’ la chiave che fa girare il mondo, se non esistesse non sarebbe possibile alcuna forma di vita in quanto non esisterebbe alcuna motivazione ad indurre all’evoluzione. E’ perciò logico e naturale che ogni persona ragioni, pensi, ed agisca, per conseguire il proprio benessere personale dato che questa è l’unica vera direttiva imposta alla vita. 
Possiamo studiare tutte le azioni compiute nel corso dell’esistenza e dovremmo, sempre e comunque, convenire che hanno la stessa, identica motivazione di base. Divertirsi, fare sport, avere hobby, viaggiare e cosi via, sono tutte azioni che si ritiene comportino del benessere sensoriale. Svolgere qualsiasi tipo di occupazione: è un modo di ottenere piacere in conseguenza del ricavo economico o morale. Anche le rinunce sono legate, in ogni caso, alla gratificazione sensoriale, in quanto presuppongono siano volte ad evitare afflizioni. Non commettere reati, per esempio, è una decisione influenzata dal timore di essere perseguiti, la qual cosa provocherebbe sofferenze. Anche aderire ad una fede religiosa presuppone un premio finale per la condotta tenuta nella vita. Persino il semplice meditare, senza compiere alcuna azione, non può essere considerato fine a se stesso, in quanto permette di elaborare concetti che conducono poi ad azioni concrete, indirizzate al soddisfacimento dello stesso sistema. Pure l’inerzia assoluta procura piacere, altrimenti l’ozio non sarebbe il padre dei vizi. Viene pertanto confermata la direttiva secondo cui, alla base di qualsivoglia azione, ragionamento, o pensiero umano, esiste sempre una necessità sensoriale tesa ad ottenere piacere, o ad evitare dolore.

.

L’indirizzo sensoriale impartito alla vita costituisce la prova oggettiva di un’altra legge fondamentale: 

l’evoluzione. 

.

Il principio evoluzionistico della materia, è scritto proprio nella direttiva principale della capacità umana a perseguire sempre il piacere, in quanto, rappresenta la trasformazione, a livello ovviamente più complesso, del principio riscontrabile originariamente in ogni singolo atomo: 

.

Attrazione = Piacere / Repulsione = Dispiacere. 

____________________________________________________________________________________

Home

..

Argomenti

Argomento successivo: Origine dei poteri occulti